Aggressioni, schiaffi e anche un tentativo di strangolamento: è accusato di atti persecutori, violenza privata ed estorsione ai danni di una donna con la quale aveva avuto una breve relazione sentimentale il 47enne di origini marocchine, assicurato oggi alla Giustizia dalla Polizia di Stato di Castellammare di Stabia e dalla Squadra Mobile della Questura di Padova, città dove l'indagato, lì residente, è stato arrestato. L'uomo tempestava di messaggi e telefonate la donna, costringendola anche a mostrarsi seminuda durante le videochiamate, minacciandola di diffondere alcuni video allo scopo di ottenere denaro. Il provvedimento è stato emesso dal Gip su richiesta della Procura di Torre Annunziata.

La vittima ha deciso di ribellarsi sporgendo una denuncia, lo scorso 22 febbraio, dalla quale sono partite le indagini. 'La donna, spiega in una nota il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata, Nunzio Fragliasso, "è stata vittima di reiterate condotte di minacce, offese e comportamenti intimidatori, culminati in vere e proprie aggressioni fisiche, quali schiaffi e finanche un tentativo di strangolamento, da parte di un soggetto di origini marocchine, con il quale aveva avuto una breve relazione sentimentale''. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell'autorità giudiziaria.