“Con questa delibera si possono rinegoziare i mutui non ancora ritrattati. Dilazioneremo la spesa e per il 31 dicembre pagheremo solo la quota interesse”. Così l’assessore Carlo Iavarone, presentando il secondo punto all’ordine del giorno del consiglio comunale: ‘Gestione attiva del debito’.

Si tratta, come precisato anche nella delibera, della “Rinegoziazione dei prestiti ordinari della Cassa depositi e prestiti, per una migliore gestione dell’indebitamento dell’Ente”. In questo modo, il comune oplontino inizierà a pagare rate semestrali, comprensive di capitale ed interessi, a partire dal 30 giugno.

“Sarebbe interessante sapere se l’ente ha quantizzato il reale esborso della rinegoziazione che ci troveremo a pagare”, ha ribattuto il consigliere Russo Guarro, dai banchi dell’opposizione.

“In realtà – ha risposto il dirigente Nunzio Ariano – con lo spread positivo tra gli interessi correnti e quelli risalenti a quanto abbiamo contratto i mutui compensiamo il maggior esborso”.

Consulta dello sport e giornata della memoria. L’altro punto in programma nella seduta odierna dell’assise è stato l’istituzione della consulta dello sport, approvata a maggioranza con l’astensione dei consiglieri di opposizione.

Inoltre, il Partito Democratico ha presentato, fuori dal programma dei lavori consiliari, un’ulteriore punto che prevede l’istituzione, il 23 novembre, della ‘Giornata cittadina della memoria delle vittime innocenti delle mafie e dell’impegno contro la camorra’. I Democratici fanno propria l’idea lanciata domenica alla presentazione dell’associazione Libera dal suo referente cittadino Michele Del Gaudio. Il giorno non cade a caso: “In questa data – specificano nell’ordine del giorno – nel 1996 perì per mano criminale il nostro concittadino Raffaele Pastore. Con questa scelta s’intende dare particolare risalto al coraggio di chi seppe ribellarsi ai soprusi di stampo camorristico, denunciando gli autori delle richieste estorsive perpetrate a suo danno”.

Previsto inoltre l’istituzione di un ‘Osservatorio sui problemi della legalità’. Nella sua struttura ci saranno: il sindaco, l’assessore alla legalità, il responsabile dell’Alilacco, un dirigente degli istituti scolastici, un rappresentante dell’ANM, da un rappresentante dell’Ordine degli avvocati, tre rappresentanti di CGIL, CISL, UIL, dal Presidente del Forum dei giovani, da un rappresentante delle forze dell’ordine, da un rappresentante del clero, da un rappresentante dell’associazionismo impegnato su tali tematiche.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"