Cinque persone sono state denunciate dalla Squadra Mobile della Questura di Napoli per la rissa sfociata in accoltellamento scoppiata ieri pomeriggio sul lungomare della città. Si tratta di tre italiani e due equadoregni. Secondo quanto si è appreso tra i cinque c'erano vecchi dissapori.

Ad avere la peggio è stato un equadoregno di 58 anni, padre dell'altro straniero, che è stato colpito più volte all'addome. Per lui si è reso necessario il ricovero nell'ospedale Vecchio Pellegrini dove si trova non in pericolo di vita.