Ha scassinato e manomesso il contatore dell’energia elettrica, rubando corrente per decine di migliaia di euro.

Un imprenditore di 40 anni è stato arrestato per furto di energia elettrica: è accusato di aver sottratto indebitamente energia per la sua azienda di via Martiri di Nassiriya a San Giuseppe Vesuviano, che si sviluppa su 600 metri quadrati, dedita alla lavorazione del ferro.

L’operazione è stata effettuata dai carabinieri della stazione locale, coordinati dal maggiore Simone Rinaldi della compagnia di Torre Annunziata: è toccato a loro accertare che l’impresa era allacciata illegalmente alla rete elettrica, il tutto dopo aver manomesso il contatore.

L’imprenditore, le cui generalità non sono state rese note, è ora agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.