Aveva rubato un ciclomotore in pieno centro a Castellammare poco meno di un anno fa. I carabinieri e i poliziotti stabiesi hanno dato esecuzione a Torre del Greco a un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip di Torre Annunziata su richiesta della Procura.

In manette è finita N.A., 31anni, accusata in concorso con un’altra persona di fruto aggravato. Le indagini coordinate dalla Procura hanno permesso di fare luce sulla vicenda.

Fondamentale è stata l’analisi del circuito di videosorveglianza della zona dov’è avvenuto il furto lo scorso 20 luglio. Giunta nei pressi del ciclomotore, in sella al suo, la donna ha atteso che la vittima si allontanasse per manomettere lo sterzo e il quadro elettrico. Poi la fuga, con la ‘scorta’ della sua complice.

Le acquisizioni investigative sono state confermate dalla perquisizione a casa della 31enne, dove sono stati trovati pezzi appartenenti al ciclomotore rubato con gli indumenti indossati durate il furto.

Ora N.A. è nella sua abitazione a scontare gli arresti domiciliari.