Lo scorso settembre avrebbe rubato una vettura e, usando violenza e con l'aiuto di un complice, sarebbe riuscito a fuggire nonostante la resistenza opposta dal proprietario del veicolo. A tre mesi dai fatti, il presunto autore della rapina è stato arrestato. È accaduto a Boscoreale dove i carabinieri della locale stazione, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina, hanno assicurato alla giustizia una persona (della quale non sono state fornite generalità) accusata di rapina e furto aggravato.

Le indagini, partite dalla denuncia presentata dalla vittima della rapina, alla quale l'indagato avrebbe prima sottratto l'auto per poi utilizzare violenza per guadagnarsi la fuga insieme ad un complice non ancora identificato, hanno permesso di accertare non solo le modalità di esecuzione del reato, ma anche di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell'uomo in merito ad altri due furti di vetture avvenuti una settimana prima. I riscontri sono stati ottenuti grazie all'analisi dei filmati di videosorveglianza e alla comparazione delle immagini con le fotografie dell'indiziato - riconosciuto anche dalle vittime - nonché attraverso l'esame dei tabulati telefonici della persona arrestata. L'uomo, al quale viene contestata anche l'aggravante della commissione del furto su beni esposti.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"