“Surreale che gli scavi di Pompei abbiano una chiusura settimanale. Negli Usa o in Australia questa cosa non sarebbe minimamente concepibile. Bisognerebbe tenerli aperti h24 per 365 giorni l’anno, e non con guide estere ad accompagnare i turisti che vengono qui”.

Matteo Salvini si schiera al fianco delle guide turistiche della Campania. Nel corso del suo tour elettorale nella regione, il leader della Lega ha ricevuto un’accoglienza quasi disinteressata, a dispetto delle vibranti proteste verificatesi a Torre del Greco. Poche persone ad assistere, sia durante l’incontro con una delegazione di guide turistiche autonome che all’ingresso del Parco Archeologico.

Ha parlato del comparto turistico, in ginocchio a causa del covid: “Non occorrevano prestiti con garanzie in banca, ma liquidità a fondo perduto, specie nella ristorazione e nel turismo”.

Una stoccata anche al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Non ho tempo di seguire le performances di De Luca, ma mi hanno detto che passi le giornate a insultarmi. Povero lui, deve avere una vita vuota, io sinceramente farei altro se fossi governatore della Campania”.

All’evento presente anche il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa che ha parlato di una “visione politica senza senso sia a livello regionale che nazionale”, mentre la candidata alle regionali ed ex consigliera comunale di Castellammare di Stabia Tina Donnarumma ha puntato l’interesse sulle “bellezze artistiche del nostro paese, troppo spesso poco valorizzate. Andrebbe fatta un’azione di marketing della Regione con l’obiettivo di implementare i numeri del turismo e dire basta alla cattiva gestione del nostro patrimonio che ha caratterizzato gli ultimi 50 anni”.

C’è anche chi si è appellato al buon senso, come il sindacalista Fenalt Salpi Pietro Melziade che ha criticato le normative anticovid, definendole “restrittive e che finiscono con l’aumentare il rischio di assembramenti. Ecco perché abbiamo chiesto a Salvini di farsi portavoce e contribuire alla ricchezza del nostro patrimonio”.

vai alle foto

vai al video

La replica

La giornata

la contestazione