Prima seduta del consiglio comunale a San Giorgio dopo l’insediamento della Giunta.

Sono state approvate importanti misure economiche di sostegno per famiglie e commercianti attraverso la variazione di bilancio. La variazione che presuppone un bilancio di esercizio già approvato si è resa necessaria, mai come quest'anno, per effetto di fattori non preventivamente ipotizzabili quali la gravissima crisi sanitaria ed economica per la quale non sarebbe stato sufficiente attingere alle tradizionali fonti di finanziamento dell’Amministrazione e portare così ristoro alle tante famiglie in difficoltà.

Oltre ai fondi statali, stanziati per l'emergenza Covid, sono state previste ulteriori risorse per sostenere le famiglie e le attività produttive durante questo periodo di emergenza, anche economica. Tra le misure previste ci sono: buoni alimentari per i cittadini in difficoltà, pari a 350mila euro, 175mila euro circa per gli acquisti natalizi, da spendere presso gli esercizi commerciali del territorio dando impulso anche all’economia locale; 40mila euro per l'acquisto di strumentazioni elettroniche (tablet) per le famiglie, i cui figli stanno svolgendo la Dad, e che non hanno potuto usufruire dei bonus regionali e statali stanziati nella prima ondata di emergenza; 300mila euro per il sostegno alle attività di politiche ambientali, relative alla raccolta differenziata presso il domicilio dei positivi o di coloro che si trovano in quarantena che  necessitano di un diverso trattamento oltre alle sanificazioni; acquisto di saturimetri e quanto necessario per le famiglie colpite dal covid e in difficoltà economica all’interno di un progetto di sostegno che sarà elaborato con la collaborazione dei medici di famiglia; fondi per il potenziamento del sistema informatico dell'Ente per i servizi on line al cittadino e per la digitalizzazione degli atti pubblici.

“Tutte queste misure, organizzate d'accordo con l'assessore al Bilancio Giuseppe Giordano e fortemente sostenute da tutta la maggioranza che compatta ha votato a favore del provvedimento - fa sapere il sindaco Giorgio Zinno - hanno l'obiettivo di accompagnare e sostenere i tanti sangiorgesi e gli operatori commerciali del territorio, per i quali abbiamo anche ridotto la Tari relativamente ai periodi di chiusura forzata, ma vanno anche nella direzione di rendere più efficienti i servizi al cittadino nell'ottica del processo di digitalizzazione imposto dai tempi attuali, e finché non finirà la crisi saranno fornite alle persone in difficoltà  strumenti per aiutare le famiglie con più figli in difficoltà economica e a breve saranno pronti gli avvisi pubblici per richiedere gli incentivi e usufruire di queste opportunità”.

“L'impegno politico deve necessariamente essere finalizzato al benessere collettivo e al miglioramento delle condizioni di vita dell'intera comunità – fa sapere il Consigliere Ciro Di Giacomo - e noi della maggioranza consiliare lo stiamo facendo con entusiasmo e determinazione”.