San Giorgio a Cremano. Poteva essere una strage. Esplode improvvisamente una campana di plastica per la raccolta del vetro a Via Pittore, angolo Via Gianturco, nei pressi del casello di uscita  dell’autostrada Napoli-Salerno.

L’esplosione verificatasi  verso le 10.00  è stata ripresa da una telecamera di videosorveglianza e mostra perfettamente quanto accaduto. Gli uomini della Polizia Municipale di San Giorgio, immediatamente accorsi, si sono trovati di fronte alla scena surreale della campana di plastica andata in frantumi e un mare di cocci di vetro sparsi sulla strada. Dalle prime indagini, la causa non sarebbe da addebitare a materiale pirotecnico o a qualche ordigno immesso all’interno del contenitore, ma potrebbe trattarsi di una sorta di combustione interna.

L’evento per fortuna non ha causato gravi danni, se non qualche leggera ferita a una signora che stava immettendo  alcune bottiglie all’interno del contenitore e sembra che alla terza bottiglia la campana sia esplosa e volata a oltre tre metri di altezza.

Si stanno eseguendo tutti gli accertamenti del caso soprattutto attraverso lo studio delle riprese effettuate dalla telecamera di sorveglianza per capire se si sia trattato di una bravata o un di un premeditato atto criminale.

La donna è stata trasportata all’Ospedale  Maresca di Torre del Greco, dove le è stata diagnostica una escoriazione lacero contusa sull’occhio destro e alla  gamba destra. E’ stato deciso di rimuovere sollecitamente tutti i detriti depositatisi a seguito dell’esplosione per motivi di sicurezza e di incolumità essendo gran parte della strada ricoperta da pezzi di vetro e dopo avere constatato che non si sentisse odore di zolfo e non vi fossero residui di materiale pirotecnico.

“Potrebbe essersi trattato di una  combustione interna – fa sapere Giorgio Carcatella  della Polizia Municipale  incaricato delle indagini -  Stiamo recuperando però tutti i dati a partire da quando è stata effettuata l’ultima volta l’operazione di pulizia della campana”.

IL VIDEO: