L’XI edizione del “Giorno del Gioco” che si svolgerà dal 7 all’11 maggio a San Giorgio a Cremano sarà in grande stile, come aveva promesso il sindaco Giorgio Zinno in campagna elettorale. Soprattutto dopo la sosta dello scorso anno decisa dal commissario prefettizio. La rassegna avrà un tema particolare: ‘Natural-mente giocando’, per non perdere il contato con la natura.

Un evento imitato da diverse città d'Italia e anche all’estero e che è attualmente oggetto di una proposta di legge per istituzionalizzarlo. Un vanto per la città, già sede dell’Ambasciata Unicef, che ha ricevuto numerosi alti patronati tra cui la Presidenza del Parlamento Europeo, l’Autorità Garante per l’Infanzia, l’ANCI, la Biennale delle Arti del Mediterraneo e la Regione Campania.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del programma, cui ha partecipato anche il console del Venezuela Amarilis Gutiérrez Graffe, sono stati letti i messaggi di adesione del Presidente Europeo Martin Schultz, di Pietro Grasso Presidente del Senato, e del Cardinale Sepe. Sono state illustrate le attività in scaletta della cinque giorni di eventi che quest'anno saranno sorprendenti e ricchi di fascino con artisti nazionali e internazionali. Animeranno le strade di San Giorgio le bande musicati tra cui quella della Brigata Garibaldi di stanza in città e delle Forze Navali NATO, in una città per un giorno parzialmente chiusa al traffico.

Nel corso della manifestazione saranno consegnati i premi “Gio Gio” che vengono conferiti a personaggi della cultura, dello spettacolo, e del giornalismo che hanno promosso i diritti dei bambini, a Luisa Bossa deputata, Francesco Colucci ideatore della città dei bambini, Franco di Mare giornalista e all’attrice Luciana Littizzetto. “Quella di quest'anno sarà un'edizione indimenticabile  - afferma il sindaco Giorgio Zinno- Porteremo nelle nostre ville e nelle strade spettacoli di qualità ed eventi di primo piano nel panorama artistico internazionale. Una città in cui i bambini giocano per strada è una città sicura e vivibile”.

Il gran finale

Attesi 15 mila persone

Le fontane danzanti

Parte il countdown

Il patrocinio del Parlamento Europeo

Il plauso di Pietro Grasso

La giornata del gioco 2016