“Mi è giunta voce di finti dipendenti dell’ Asl e del Comune  che sono stati mandati da figli e nipoti lontani che hanno contratto il virus. Cercano di estorcere denaro, non aprite loro la porta”. Questo il messaggio  di avvertimento del Sindaco Giorgio Zinno ai cittadini di San Giorgio a Cremano.

“Mi sono stati segnalati episodi in cui sconosciuti bussano direttamente alla porta di casa – ha continuato Zinno - e chiedono di sapere se gli abitanti di quell'appartamento sono positivi o negativi al Covid-19”. Sono muniti di falsi tesserini di riconoscimento e addirittura vestiti con tute protettive per sembrare più credibili, asserendo di essere stati mandati dall’Asl o dal Comune per un’indagine epidemiologica.

Vi sono anche casi però in cui ignoti si presentano alla porta, dicendo di essere amici di figli o nipoti residenti in un altra città e che questi hanno contratto il Covid o sono addirittura ricoverati. In questo caso si fanno consegnare soldi con la scusa di doverglieli inviare per affrontare le cure.

Il Sindaco ha già allertato tutte le forze dell’ordine che stanno lavorando al caso così da consegnare queste persone alla legge: “Proteggiamo i nostri anziani e non cadiamo nella rete di questi truffatori – ha concluso il Primo Cittadino - che non arretrano neanche davanti all'attuale situazione di emergenza e fragilità”