Negli ultimi sette giorni si sono registrati altri 8 casi di positività al Covid-19 a San Giorgio a Cremano. A riferirlo è stato il sindaco Giorgio Zinno, che ha anche ufficializzato la guarigione di altri tre cittadini.

Ci sono però dei ritardi per il secondo tampone di guarigione. E lo stesso Zinno lamenta i ritardi da parte dell’Asl. “Difatti i tamponi di guarigione sono due e vengono effettuati dopo 14 giorni ed è l'esame necessario per attestare la completa guarigione da Covid -19.

Fino a quando non viene effettuato, la persona trovata positiva è costretta a restare in quarantena. Una situazione inaccettabile a cui la Asl ha subito messo mano aumentando il numero di tamponi effettuati tra ieri e oggi.

Non si possono costringere persone in casa per un'inefficienza e non per una reale condizione di salute. Continuerò ad aggiornarvi come ho sempre fatto sulla situazione. perché salute dei nostri concittadini viene prima di tutto.

Intanto il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, oltre ad aver reso obbligatori i test sierologici per tutti i docenti, ha appena emesso un bando per dare a tutti gli istituti scolastici un contributo di 3000 euro per l'acquisto di termoscanner e distribuirà 3600 apparecchi per la misurazione della temperatura a tutti i plessi scolastici, aumentando ancora di più le opportunità per garantire controllo e sicurezza fin dal primo giorno del nuovo anno scolastico.

Attendiamo invece dall’Asl i giorni per far effettuare i test ai docenti dato che ora sono divenuti obbligatori.

Abbiamo confermato che metteremo a disposizione la sede del centro polifunzionale per tale attività, ma ricordo che l’organizzazione e la somministrazione del test può essere fatta solo dall’Asl e dai medici, per tale motivo finché non avremo un calendario dall’Asl è inutile che qualcuno si rechi presso il centro polifunzionale”.