Diffamazione a mezzo facebook: il consigliere comunale per il Movimento 5 Stelle di San Giorgio a Cremano Danilo Cascone è stato raggiunto da un avviso di concluse indagini dalla Procura di Napoli.

Lo si apprende da un breve post pubblicato sul suo profilo del popolare social network, nel quale si riferisce che gli viene contestato il reato di diffamazione.  Non è ancora chiaro a quali fatti si riferisca la contestazione ma tutto porta a pensare al post che qualche mese fa il consigliere Cascone pubblicò sulla sua bacheca e su quella del Movimento 5 Stelle e che faceva riferimento al Vice Questore Sergio Di Mauro, Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di San Giorgio a Cremano.

Cascone aveva scritto: “Come definireste un capo di una Stazione di Polizia che si accompagni con spavalderia ad un sindaco in attesa, ad esempio, di udienza per reati quali l'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d'asta? Un Commissario capo che, assieme a questo primo cittadino, si rechi al bar assumendo atteggiamenti confidenziali oppure che si lasci andare, nei confronti di quest'ultimo, a pubblici apprezzamenti su Facebook? Nulla che vada contro la legge, sia chiaro. Ma chi ricopre cariche istituzionali dovrebbe tener presente sempre la responsabilità del proprio ruolo anche al di fuori del proprio orario di lavoro. Il decoro, l'etica professionale, la deontologia sono parole d'ordine per chi è esposto continuamente al giudizio dei cittadini i quali vedono rappresentati in certe figure lo Stato. In un'epoca in cui la sfiducia nelle Istituzioni è sempre più dilagante questi comportamenti fanno sorgere dubbi sul grado di consociativismo e connivenza verso i tutori della legalità”.

Al momento sono solo supposizioni, tra una ventina di giorni si conoscerà se a Danilo Cascone sarà notificato il rinvio a giudizio o meno.