Scambio di auguri  natalizi tra Giorgio Zinno Sindaco di San Giorgio  le alte cariche dell’amministrazione comunale e i  vari membri della società sangiorgese nell’Arena Diana di Villa Vannucchi  .  Una occasione  per il Primo Cittadino per   fare a tutti gli auguri e perché no misurare il livello di credito di cui gode nella società locale  a meno di un anno dalle elezioni amministrative che decideranno l’eventuale suo reincarico . Soddisfazione del  Sindaco  nel salutare tutti  e per la presenza numerosa che ha inteso interpretare quale  significativo  segnale di stima e attestato di buona amministrazione degli ultimi 5 anni  di governo della città-    Il sindaco ha spiegato  quanto sia difficile amministrare  una città ma ha espresso la speranza di continuare  a fare un percorso basato sulla fiducia e sulla volontà di condividere obiettivi e modalità comuni nell'esclusivo interesse dei cittadini  nonostante gli inevitabili e  frequenti  momenti di acceso confronto con l’opposizione. Ed proprio alla principale opposizione , se  pur non nominandola direttamente  ma lasciandone ben  comprenderne  l’identità , ha riservato una  stoccata .

 “Nel 2014 – ha ricordato il Primo Cittadino -  cominciammo un percorso importante assieme a tanti amici che ci portò a vincere le elezioni e due anni fa  sono stato totalmente prosciolto da una brutta situazione che mi ha creato non pochi problemi personali e nella quale qualcuno  ha provato pure a giocarci ma ha perso perché coloro che hanno sentimenti negativi  perderanno sempre”.    

Zinno ha riaffermato il suo impegno sui nuovi progetti  per la città, soffermandosi sugli obiettivi più immediati che intende portare a buon fine  prima della  conclusione del suo mandato e su quelli già raggiunti  ringraziando la maggioranza per il suo costante sostegno  “Questo è l’augurio che  faccio a me stesso e  a tutti quanti voi. Noi non agiamo contro qualcuno – ha poi concluso il Sindaco - noi siamo per i buoni sentimenti e per la socialità sappiamo che in questa città ci sono persone per bene. Noi siamo per costruire  per operare insieme per il bene della città e gli auguri facciamoli  non più solo via internet ma incontrandoci, scendendo a stringerci   le mani e abbracciandoci per stare con la gente e per la gente.  ”.