San Giorgio a Cremano non abbandona la sua prerogativa di Città dei Bambini e delle Bambine. La pandemia non ferma il giorno del gioco . L'evento che celebra il suo 16° compleanno, é dedicato ai bambini e ai loro diritti e  coinvolge tutte le scuole del territorio , rappresentando un modello per  tante altre città,

  Purtroppo la pandemia mondiale non ha consentito di mettere in campo,  come ogni anno, tutte le  attività  ludiche dedicate ai ragazzi ma la manifestazione si è svolta comunque, in totale sicurezza all’interno della settecentesca  Villa Vannucchi, alla presenza del Sindaco Giorgio Zinno che ha letto la dichiarazione di apertura del Giorno del Gioco; di Emilia Narciso,  neo presidente ragionale Unicef; di Michele Carbone, Presidente del Consiglio Comunale e di Giuseppe Giordano, Assessore all’Istruzione.

 Nell’ampio cortile della Villa, erano presenti anche alcuni rappresentanti degli alunni degli istituti comprensivi cittadini che hanno assistito dal vivo  mentre tutti gli altri , collegati dalle proprie scuole ,hanno partecipato attraverso la diretta facebook    trasmessa sulla   pagina del Sindaco  Zinno e hanno potuto assistere   alle coreografie di danza delle ballerine coordinate da Adele Lippolis e alla performance del Mago Marfi.

L’evento di questa 16 ^ edizione ha avuto  una particolare connotazione culturale con il San Giorgio Game Contest,  in particolare con il live quiz in cui, tutte le scuole del territorio, dalla primaria agli istituti superiori, si sono sfidate sulla conoscenza della città di San Giorgio a Cremano,  sulle sue origini, la storia, la cultura le  curiosità e le  leggende legate alla città .

Il primo dei sei premi, se lo è aggiudicato l’ I.C. De Filippo, secondaria di primo grado,  classe III C

In questo gioco virtuale  sono stati coinvolti non solo i bambini ma anche le famiglie e gli adulti sangiorgesi, per apprendere in  modo educativo e divertente le nozioni sulla città.

Sarà possibile  poi sfidarsi fino al 30 maggio  con altri concorrenti in gara da tutta   Italia, per vincere  il premio più importante durante  il Royal Quiz finale.

 “Avremmo voluto celebrare la giornata  del gioco come nelle precedenti edizioni, ovvero chiudendo le strade della nostra città e giocando tutti insieme - ha detto il Sindaco Giorgio Zinno -  ma purtroppo le restrizioni non ce l’ hanno consentito e tenere in sicurezza i nostri bambini resta la nostra priorità. Tuttavia – ha continuato - abbiamo messo in campo altri strumenti per condividere l’evento e per ribadire ancora una volta l’importanza dei nostri piccoli  concittadini e il valore dei loro diritti. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato anche a  distanza, ai dirigenti scolastici e agli insegnanti che hanno consentito a migliaia di bambini e ragazzi di partecipare alla Giornata del Gioco, divertendosi ma nello stesso tempo apprendendo la storia e la cultura della nostra città “ .