Lasciano perplessi  le offese, le  intimidazioni  e le ingiurie  usate dall’autore (o gli autori) della lettera minatoria corredata da due proiettili , fatta pervenire ieri  sera  al Consigliere di Opposizione del M5S sangiorgese  Danilo Cascone, al Presidente del Consiglio Comunale Ciro Russo e al Consigliere Aquilino Di Marco.

 Lasciano perplessi anche l’uso indiscriminato di frasi e  vocaboli vergognosi, ma specialmente il contenuto e  le argomentazioni esposte col preciso scopo di insinuare la paura nei destinatari e lasciare intravedere   una “connivenza”  tra la malavita e l’Amministrazione.  Un  vero gruppo “mafioso e  criminale” , secondo gli studi comportamentali tipici di questi soggetti,  non avrebbe  utilizzato un tale sistema  per inviare “segnali”,  e dunque potrebbe trattarsi di  balordi  che si divertono a  gettare panico nella popolazione.

Le connivenze con le pubbliche  amministrazioni di solito restano segrete , come insegnano anche gli ultimi eventi  nazionali, mentre qui apparirebbe invece la volontà di  mandare un pubblico messaggio per gettare  ombre di collusione sulla amministrazione . Lo stesso Cascone aveva dato notizia dell’avvertimento rivolgendosi poi ai Carabinieri . “Sono dei mafiosi, credono di intimidirci , ma per loro il tempo sta scadendo” scrive  Cascone sul suo  profilo Facebook .  Solidarietà da tanti cittadini del  “Movimento”  ma anche da tutte le forze politiche di maggioranza e una lettera di solidarietà e condanna  dal Sindaco Giorgio Zinno , da sempre  bersaglio privilegiato del Consigliere Cascone.   “  Danilo, - scrive  Giorgio Zinno-  ho letto questa porcata scritta da qualche mentecatto con qualche problema di stabilità mentale e non posso che darti la mia piena solidarietà rispetto a questa violazione della quiete familiare. La politica può portare a scontri, anche forti, ma davanti alla follia di qualche soggetto non esistono divisioni né se o ma. I tuoi toni e i tuoi modi non li condivido e più volte ho evitato di scendere in inutili polemiche su terreni che reputo faziosi ma mai in questi anni qualcuno si è sognato di limitare la libertà di espressione, comunicazione o informazione di nessuno.

La tempistica di questo messaggio e il suo contenuto mi risultano molto strani . Missive come queste non hanno nulla a che vedere con il cambiamento o  con la politica ma sono da avvicinare alla follia di soggetti che cercano di avvelenare i pozzi per cercare il proprio tornaconto. Spero che presto venga beccata la mano che scrive queste porcate, tentando di creare scontri continui in città, in maniera da potersi confrontare su progetti o idee piuttosto che dover discutere di vili gesti compiuti dal mentecatto di turno".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"