SAN GIORGIO A CREMANO. “La camorra di Casal di Principe la conosco da più di 30 anni. Ho camminato tante volte per le strade insanguinate. La camorra si è materializzata nei Comuni sciolti per mafia, negli appalti, nei politici corrotti e nella Terra dei fuochi". E’ quanto si legge nella prefazione di Sandro Ruotolo al libro “Male Capitale. La  misera ricchezza del clan dei Casalesi”, scritto dal  magistrato della Dda di Napoli Catello Maresca. E’ uno dei pm più esposti nella lotta alla criminalità e nel suo secondo libro ha raccontato le dinamiche del clan dei Casalesi.

"Male Capitale" è un libro ricco di immagini perché “ le foto - ha spiegato Maresca - raccontano più delle parole”. Un vero e proprio reportage, che usa un linguaggio appropriato anche ai ragazzi per spiegare l’impegno di chi combatte la camorra ogni giorno. Il libro, per Catello Maresca,  è un’operazione-verità: un invito rivolto soprattutto ai più giovani. “Dobbiamo partire dalle nuove generazioni - ha dichiarato ancora il magistrato - per raccontare le dinamiche complicate e difficili. I ragazzi sono le menti su cui è ancora possibile lavorare per renderle consapevoli”. Nel suo libro gli affilitati non hanno nemmeno loro nomi perché “questi personaggi – ha concluso il pm - non sono degni nemmeno di  essere ricordati”.

Claudio Di Giorgio