Si è tenuto ieri a San Giorgio il primo Consiglio Comunale  monotematico in videoconferenza per fare il punto della situazione  a oltre 70 giorni dal blocco di tutte le attività e  la verifica della gestione dell’emergenza che ha posto il Coronavirus .

E’ la prima volta nella storia della  città che l’assise si riunisce secondo questa modalità, per  la necessità di contenere il contagio . Con il Sindaco Giorgio Zinno e il Presidente del Consiglio Giuseppe Giordano e il segretario Generale Maria Rosaria Impresa  riuniti nella sala  del consiglio,  si sono collegati  i consiglieri di maggioranza e di opposizione ognuno da una sua postazione o dalla propria abitazione in remoto. 

Si è discusso delle azioni poste in essere fin ora per l’emergenza Covid-19 . Il  Sindaco ha relazionato per circa un’ora su tutti gli interventi fatti, dalla formazione e  convocazione del COC (Centro Operativo Comunale) che  subito istituito  è stato il fulcro della gestione operativa dell’emergenza prodotta dalla  crisi composto da  Dirigenti e  funzionari  che hanno messo in campo tutte le attività necessarie  per contenere il contagio. 

E’ emerso un grande lavoro di coordinamento delle attività compiute per fronteggiare l’emergenza   in vari settori specie nel sostegno alle famiglie in difficoltà,  con consegna a domicilio di pacchi alimentari e migliaia di  buoni spesa; assistenza leggera alle persone con fragilità e agli anziani;  con   supporto psicologico; con sospensione tributi e sosta a pagamento; sanificazioni e igienizzazioni costanti; migliaia di controlli da parte della Polizia Municipale e delle Forze dell’Ordine , con  la sicurezza per il lavoro dei dipendenti comunali attraverso lo smart working , per i  commercianti per sostenerne la ripresa;   iniziative culturali  a sostegno degli studenti in piena sinergia con le scuole compreso gli asili nido che hanno fatto lezione a distanza. 

E’ stata rilevata l’azione coordinata e fattiva delle  associazioni scese in campo quali la Protezione Civile, Croce Rossa , l’Associazione Nazionale Carabinieri  tutti assieme coordinati in un unico gruppo con la divisione dei compiti per dare un aiuto concreto alla popolazione.  Non sono mancate  iniziative accessorie quali la chiusura del Cimitero  ma anche di umanità verso la cittadinanza come l’apposizione di fiori e lumini,  e  attività culturali  on line per non dimenticare la giornata del  25 aprile, e la Città dei Bambini per i quali sono stati svolti appositi laboratori.  Molti consiglieri sono intervenuti portando avanti un interessante dibattito e quasi da tutti è stato espresso il ringraziamento ai volontari delle associazioni impegnate nell’emergenza e ai  dipendenti comunali che hanno lavorato con abnegazione.

 “Ringrazio  la maggioranza che ha dimostrato compattezza, abnegazione al lavoro ed unità,  nella fase di emergenza e  ha presentato proposte interessanti che saranno l’architrave sul quale costruire le azioni dell'Ente nella fase 2. – ha concluso il Sindaco Zinno -  Ovviamente saremo aperti ad ascoltare chi, tra le fila delle opposizioni, vorrà dare idee con spirito costruttivo per migliorare l’azione dell’ente sul territorio.  C' é ancora molto da fare: continuare a combattere il contagio, con la responsabilità che ognuno di noi sta mettendo in campo e per reinventare il futuro per e con i sangiorgesi . Alcuni hanno criticato il mio comunicare giornalmente, ma  continuerò  per rispondere alle tante domande che giornalmente mi vengono poste. Rappresento la città in un momento difficile e non posso che farlo per  risolvere i macro problemi, e rispondere ai cittadini in difficoltà”.