Lui è Davide Rummolo medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sydney e allena Sara, sua figlia, 13 anni già campionessa italiana nei 200 metri rana, 'categoria Ragazzi classe 2008'. Due talenti, due eccellenze di San Giorgio a Cremano, che praticano sport con sacrificio e passione, un esempio per generazioni di adolescenti e adulti. Ad incontrarli il sindaco di San Giorgio a Cremano, che è venuto a conoscenza dei loro successi e ha voluto così esprimere la sua gratitudine. ''L'allenatore di Sara, futura promessa del nuoto, è proprio il padre che ogni giorno va a prenderla all'istituto Marconi, dove la piccola ha appena finito il secondo anno della scuola secondaria di primo grado e la porta a Napoli dove la allena insieme alla sua squadra di atleti. Poi, al rientro a casa nel tardo pomeriggio, Sara studia insieme alla madre, raggiungendo anche buoni risultati a scuola'' spiega il primo cittadino ''La doppia strada dello sport e dello studio è un percorso difficile e pieno di rinunce, ma assolutamente conciliabile e anche ricco di soddisfazioni. Il concetto di forza d'animo e di volontà è un mantra ridondante nel mondo dello sport. Sara è un esempio di autentica e genuina resilienza e può essere un modello per molti ragazzi che pur avendo degli obiettivi, si scoraggiano davanti ai sacrifici che il raggiungimento delle loro mete richiedono. In bocca al lupo a Sara e alla sorellina Ylenia, anche lei giovanissima nuotatrice, per i loro successi e complimenti ai genitori, che le sostengono nel loro percorso di vita, di sport e di studio''.