Separate da pochi chilometri di distanza, ma lontana anni luce in civiltà.

C’è un parco naturale con giostre, panchine, cestini per i rifiuti, un luogo dove i bambini e gli adulti possono sostare e respirare un po’ di aria tranquilla, lontano dal caos quotidiano. In un ambiente protetto e videosorvegliato. Si trova a Sant’Antonio Abate, a una decina di km di distanza da Torre Annunziata.

Proprio nella villa comunale oplontina, invece, oltre a minorenni impazziti che inscenano circuiti di motocross, c’è una giostrina “invisibile”.

Solo a dicembre ci fu l’approvazione di un progetto esecutivo relativo ai lavori di adeguamento del parco giochi situato all’interno della villa comunale di via Marconi. Circa 35mila euro che dovevano servire a dotare l’area di 4 nuove giostrine.

Nella foto, invece, la differenza tra le due città: distanti qualche km, ma lontane anni luce per altri motivi.