Un’azione personale di Rossi ha condannato il Savoia a tornare a casa a mani vuote. Sconfitta in terra sarda per i biancoscudati, a vincere, di misura è l’Arzachena grazie al gol vittoria giunto al 51’ della ripresa.

Al 4’ prima occasione per il Savoia con Manca che trova in area Depetris, l’argentino per pochissimo non centra la rete dell’1-0. All’11’ ci prova l’Arzachena con Molino dalla distanza, il destro è facile preda di Esposito M. . Al 20’ ancora Depetris dalla distanza, palla debole tra le braccia del portiere di casa. Al 25’ occasione per il Savoia con Liccardo che su punizione impegna Ruzittu. Dopo una fase combattuta di gara ma senza particolari patemi da ambo le parti, termina il primo tempo sul risultato di 0-0.

Inizia la ripresa. Al 2’ ci prova De Rosa per il Savoia su punizione, palla di poco a lato. Al 6’ Arzachena in vantaggio: azione personale di Rossi che con il sinistro batte Esposito M. per l’1-0 della squadra di casa. Al 12’ reazione del Savoia: cross di Tarascio che trova in area Cipolletta, il colpo di testa del difensore viene ribattuto da Congiu. Il Savoia spinge. Al 21’ Bianchi vicini al pareggio con Kyeremateng che trova fuori area Stallone, il tiro del centrocampista per un niente non centra il bersaglio grosso. Un minuto più tardi azione personale di Kyeremateng, bravissimo Ruzittu che sventa la minaccia. Al 31’ punizione di Poziello che si conclude a lato del palo. Al 37’ Arzachena in avanti, con Kacorri che raccoglie un cross di Rossi, ma non trova la rete del raddoppio. Al 42’ Savoia vicino al pareggio con Tarascio che trova in area Letizia, il tiro del numero 9 è alto sopra la traversa. Al 49’ Letizia trova in verticale Caso Naturale a tu per tu con Ruzittu, il numero 1 di casa è prodigioso e evita il pareggio dei Bianchi. Termina la gara sul risultato di 1-0 per l’Arzachena.

A termine della partita, ecco le parole del tecnico Giovanni Ferraro: “Abbiamo fatto un primo tempo al di sotto delle nostre aspettative. La palla girava in maniera molto lenta e non trovavamo mai l’uomo tra le linee. Nella ripresa neanche siamo entrati bene in campo, ma dopo la rete dello svantaggio abbiamo finalmente reagito, seppur nervosamente. Peccato non aver trovato subito il pari, ma ad ogni modo avremmo dovuto concretizzare le occasioni create. Abbiamo avuto diverse chance è vero, ma comunque l’errore è stato nostro. Dovevamo essere più cinici e lucidi, senza farci prendere dalla frenesia della gara. Non c’è tempo di piangersi addosso, giovedì ci aspetta una partita difficile e importante contro il Latina. Dobbiamo archiviare in fretta questo match, soprattutto il primo tempo non mi è piaciuto per niente. Una squadra come il Savoia deve obbligatoriamente fare qualcosa in più per pareggiare una partita come questa e provare a vincerla”.