Carmine Parlato non è più l'allenatore del Savoia. Lo ha comunicato poco fa la società sui canali social e sul sito: “La decisione è stata presa di comune accordo. Il Savoia ringrazia mister Parlato per quanto fatto in questi mesi a Torre Annunziata: un padre di famiglia per i calciatori, un tecnico di valore sempre disponibile, dedito alla causa biancoscudata. Un ringraziamento va anche all’allenatore in seconda, mister Raffaele Battisti. Avremmo voluto salutarci sul campo, ma il Covid-19 non ce l’ha consentito. Grazie Mister.”

L'ex tecnico dei bianchi ha inoltre rilasciato un messaggio di addio alla società e ai tifosi biancoscudati: "I ricordi, le emozioni, i momenti belli e quelli difficili non possono essere cancellati da una pandemia. Torre Annunziata è stata per 9 mesi la mia casa, ma vi assicuro che sulla panchina del Savoia è come se ci avessi vissuto per 9 anni. È stato tutto così intenso ed è stato un orgoglio aver fatto parte di una società così gloriosa. Ho dato tutto me stesso, come ho sempre fatto. Torre Annunziata è stata la mia casa, ma circostanze familiari richiedono la mia presenza, quindi, con dolore sono costretto a concludere la mia avventura al Savoia. È stato un onore guidare questa squadra. Vorrei ringraziare la società con a capo le famiglie Mazzamauro e Annunziata, Marco, Renato, Ciro e Giovanni. Un grazie ai miei ragazzi per l’impegno e la dedizione, allo staff tecnico, ai magazzinieri, gli addetti stampa societari, i medici societari e la stampa locale. E un grandissimo grazie al quel muro gigante di tifosi che non dimenticherò mai. Forza Savoia!".