Interviene anche Gaetano Arpaia nella crisi Savoia. Dopo la dura sconfitta contro la Caivanese e l’addio di Ferraro, si fa sentire anche l’ex socio di Todisco. “In estate ero io il problema del Savoia. Adesso credo che il problema si chiami Arnaldo Todisco. Io da uomo di calcio mi sono fatto da parte pur mantenendo gli impegni economici e seguendo i ragazzi dalla tribuna. Ho saputo che Todisco è andato durante l’ultimo mese soltanto due volte al campo. Il vero responsabile di questa crisi credo sia il direttore generale il quale dovrebbe essere una garanzia sia per i calciatori che per la società, invece questo purtroppo non è successo ed oggi a  distanza di alcuni mesi ci ritroviamo in una situazione disastrosa ma per fortuna non irrecuperabile.

Sembrerebbe che il direttore generale Ferraro nella giornata di ieri abbia informato il presidente Todisco che il  capitano Antonio Guarro era in procinto di firmare con il Pimonte, squadra impegnata nel campionato di Promozione. Todisco, sentendosi tradito, manda Guarro a casa immediatamente. Anche se credo i ragazzi non abbiano colpe, ho cercato di spiegare ad Arnaldo che finalmente il Savoia si libera di una figura ambigua che non ha fatto altro che mettere il bastone fra le ruote a  chi faceva gli interessi della società.

La scorsa settimana quando il presidente ha fatto visita allo stadio si è accorto di persona che molte cose non funzionavano: gli allievi, ad esempio, sembrerebbe facciano  20 minuti di allenamento in meno perché quando fa buio non vengono accese le luci. Oppure, altro episodio, quando ho chiesto ad alcuni ragazzi il motivo della mancata partecipazione alla Solenne Processione del 22 ottobre, alcuni mi hanno risposto dicendo che era stato ordinato loro da Ferraro di non parteciparvi. Ma i problemi non finiscono qui: come è possibile che si contano almeno duecento maglie in giro ma, dai conti societari, risulta non sia stata venduta nemmeno una? Chi le ha vendute? Tutte questioni che fanno capo al direttore generale il quale, dopo la sconfitta di sabato, anzich[ dimettersi, avrebbe dovuto cercare una soluzione. Cercherò di convincere Todisco che il vero responsabile è andato via da solo”.

L'intervento

Il dietrofront

Il chiarimento

Le dimissioni di Ferraro

I nuovi obiettivi

Gli addii

Le interviste post gara

L'esclusione

La contestazione

Il live

Il pregara