E’ clamoroso quanto si sta verificando nelle ultime ore  in casa Savoia, il ko di Cardito  non è andato giù al presidente Arnaldo Todisco,  artefice  di una vera e propria rivoluzione.

Via Rinaldi e a sorpresa il capitano Guarro, dentro Allocca e Di Vicino. Sembra infatti che i due esperti giocatori siano in procinto di firmare con i biancoscudati, l’indiscrezione dovrebbe assumere i crismi dell’ ufficialità nella giornata di lunedi’.  Si tratterebbe di due colpi davvero importanti per l’ Eccellenza, Allocca andrebbe a sostituire l’epurato Guarro al centro della difesa, portando in dote  centimetri ed esperienza, colmando il “vuoto di potere” lasciato dall’ormai ex capitano.

Il centrale nativo di Pomigliano d’Arco vanta una lunghissima militanza in serie D, dove ha vestito le casacche di Neapolis, Turris, Palazzo , Sibilla e Pianura, una garanzia se non addirittura un lusso per la categoria.

Ma ad accendere la fantasia della piazza è sicuramente l’ipotesi legata al nome di Giorgio Di Vicino, fantasista dal talento immenso forse mai sbocciato del tutto. L’ex Napoli  ha girato in lungo e in largo la Penisola italiana, dando il meglio di se in quel di Salerno. Reduce da un’esperienza tutt’altro che esaltante in Estonia, dove militava tra le fila del Kalev Sillamae, ora è pronto a rimettersi in gioco nonostante la carta d’identità non sia più verdissima – sono 35 le primavere del fantasista- ma il talento,  si sa, non invecchia, ed il mancino che trafisse il Real Madrid in una notte di mezza estate del lontano 2000, ora si appresta ad accendere di passione il “Giraud” di Torre Annunziata.

L'intervento

Il dietrofront

Il chiarimento

Arpaia contro Ferraro

Le dimissioni di Ferraro

Gli addii

Le interviste post gara

L'esclusione

La contestazione

Il live

Il pregara