Il Savoia conferma l’ottimo  trend estivo con una convincente vittoria per 2-0 nel test amichevole con il Santa Maria e si mostra pronto per l’inizio della stagione.

Un pomeriggio di sano sport allo Stadio Carrano. Oplontini in campo con il 4-3-1-2. Prudente tra i pali, difesa con Rondinella, Dionisi, Riccio e Rekik da destra verso sinistra. Luciani confermatissimo nel ruolo di regista, Giacobbe interno di centrocampo a sinistra e Gatto sul versante opposto. Romano trequartista, a supporto del duo Paudice – Abayian. Polisportiva Santa Maria schierata con: Grieco, Gargaro, Bravaccini, Rizzo, Fariello, Itri, De Marco, Simonetti, Margiotta, Capozzoli e Cherillo. Fase di studio iniziale, con Mister Parlato che dispensa suggerimenti tattici ai suoi.

PRIMO TEMPO. Al minuto 6, Gatto trova una traccia centrale per Abayian, la punta argentina si libera bene di un avversario ma viene fermato un attimo prima di battere a rete. I biancoscudati possono contare su una cifra tecnica non indifferente, che viene fuori nei triangoli stretti, disegnati sul lato sinistro del campo dai vari Rekik, Giacobbe e Romano. Segnali d’intesa tra il terzino e la mezz’ala che s’intravedono anche al 13’, con un dialogo nel breve e poi lancio del 92 per l’accorrente Hassen Rekik che frutta un calcio d’angolo. Il numero 11 è stato protagonista di un primo quarto d’ora da assoluto padrone della corsia mancina, macinando chilometri e portando palla con assoluta disinvoltura. 17’ Giacobbe, da angolo, trova Abayian, che, di testa, non centra i pali difesi da Grieco. Al 19esimo l’ispirato Giacobbe prima crossa morbido in area e poi ci riprova, al volo, ma Romano capisce in ritardo le intenzioni del compagno e non sfrutta l’assist volante. 22’ azione corale da sinistra verso destra a liberare Rondinella al cross, Abayian ci va ancora di testa ma non gonfia la rete. Al 25’ palla avanti, palla indietro che coinvolge Riccio, Abayian, Giacobbe e Rekik: palla morbida in mezzo ma nessuno degli attaccanti in area arriva all’impatto con la sfera. Gatto, caricato dalla fascia di capitano al braccio, si rende autore di una delle conclusioni più pericolose del match: porta palla e carica il destro, Grieco compie una gran parata, deviando la sfera in angolo. 30 secondi dopo, al 29’ disimpegno errato del portiere di casa e per Paudice è un gioco da ragazzi realizzare la rete dello 0-1. Dopo 33 giri d’orologio tocca a Romano far ballare la difesa della Polisportiva Santa Maria: si abbassa tra le linee, controlla e va palla al piede, dimostrando le sue qualità negli spazi stretti e guadagnando l’ennesimo calcio di punizione davvero prezioso. 38’ Polisportiva pericolosa in avanti: Prudente salva sotto porta, sul calcio d’angolo successivo Abayian rischia l’autogol. Al 39’, sempre da piazzato, è Itri a tentare di testa ma non trova il pareggio. 40esimo De Marco, dopo una bella combinazione sulla trequarti, ci prova di destro ad incrociare ma la palla si spegne sul fondo. S’intravedono tante buone indicazioni tattiche, una delle più evidenti riguarda lo scambio di ruolo tra intermedio di centrocampo ed esterno basso di parte in fase di costruzione del gioco. Duplice fischio arbitrale, si va all’intervallo in vantaggio.

SECONDO TEMPO. Minuto 4, calcio di rigore fischiato per fallo su Romano: Giacobbe va dal dischetto e buca il neo entrato Papa per il gol dello 0-2. Parlato opera le prime sostituzioni, con Diakite e Tascone al posto di Paudice e Giacobbe. Nel primo quarto d’ora del secondo tempo sono ancora Luciani e compagni ad avere il pallino del gioco, la grande occasione arriva con Diakite che serve in area Romano, il numero 7 sfiora il palo alla sinistra di Papa. 18’ Diakite, di tacco, lancia Gatto che macina metri e serve Romano, palla corta per Tascone che calcia bene ma trova soltanto la traversa. C’è spazio per Guastamacchia, Oyewale e Liguoro che rilevano Dionisi, Rekik e Gatto. Fase di stanca del match quando il cronometro segna 30 minuti. Al 35’ nuova chance per Abayian su sponda aerea di Diakite, ma il tocco di testa del centravanti sudamericano è debole. A 10’ dalla fine, dentro Crisci, out un ottimo Romano; a 8’ dal termine Laino per Rondinella. Chiusura contraddistinta dal gran tiro mancino di Oyewale, che si conferma pericoloso e propositivo quando si tratta di offendere.

Arrivano i tre fischi arbitrali, il Savoia di Mister Parlato si presenta, dunque, ai nastri di partenza della stagione calcistica 2019/2020, convincendo e vincendo.

l'amichevole