E' stato anche un pomeriggio di chiarimenti  e anche di rivelazioni per il Savoia. Nella conferenza gara pre Casagiove, il direttore generale Felicio Ferraro ha deciso di rispondere alle accuse di Gaetano Arpaia. Il dg conferma  in qualche modo le parole dell'ex socio che aveva parlato di una sua lite con Arnaldo Todisco, anche se prova a sgonfiare il caso in tutti i modi. "Sta solo destabilizzando l'ambiente con le sue dichiarazioni. Abbiamo avuto una cena a casa del presidente Todisco e qualche intruso avrà fatto la spia con lui dicendo che me ne sarei andato. Alla fine non è stato neanche un litigio, ma solo una discussione sui pagamenti degli stipendi. Tutto ciò accade anche nelle migliori famiglie".

Poi un passaggio per lo più tecnico. "Dice di aver rilevato il 50% del Savoia che è un associazione sportiva dilettantistica. Fino all'Eccellenza è così poi dalla D in poi si diventa srl o spa quindi non deve dire inasettezze del genere. Lui era socio di Todisco così come i torresi rimasti in società come sponsor".

IL FUTURO ECONOMICO. Ferraro passa all'argomento degli stipendi di settembre. "Ci sono stati solo dei ritardi tecnici verso giocatori come Castiglione che è arrivato il 10 settembre e dovrà essere pagato il 10 ottobre. Per il resto sono state regolarizzate tutte le spettanze di giocatori e staff". Infine sul futuro economico della società glissa. "Purtroppo non ho la palla di vetro...".

GRIMALDI PRESENTA IL CASAGIOVE. Tornando al calcio giocato Teore Grimaldi ha presentato quella che sarà la sfida contro l'Hermes Casagiove. "Sarà sicuramente una squadra difficile da affrontare, poi il campo in erba naturale potrebbe comunque darci qualche difficoltà. Inoltre non ci sarà Viglietti, vittima di un affaticamento agli adduttori, ma anche gli infortuni fanno parte del gioco. Proverò a schierare la migliore squadra possibile senza pensare al match di coppa di mercoledì a Procida".

Foto Nunzio Iovene Il Cigno @rt