Arnaldo Todisco si aspettava complimenti e strette di mano per il primo giorno della campagna abbonamenti, invece si è trovato di fronte ad un gruppo di tifosi preoccupato e allo stesso tempo arrabbiato. Braccato e messo con le spalle al muro il presidente del Savoia ha dovuto dare delle risposte (nemmeno tanto convincenti) sulla situazione societaria e lo sconosciuto imprenditore pakistano.

LA TELEFONATA IN VIVA VOCE. A far discutere prima di tutto è stata l’uscita di scena del gruppo torrese. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata una semplice telefonata. E davanti a tutti i presenti c’è stato il racconto di quegli attimi.

Nella riunione per la ricapitalizzazione di ieri nella quale erano presenti Salvatore Carpentieri, Nazario Matachione Gaetano Arpaia c’è stata una telefonata proprio tra quest’ultimo e Arnaldo Todisco, assente per motivi di salute. Alla richiesta di aspettare a lunedì per mettere a posto tutte le pendenze Todisco ha risposto dicendo “Mandali a casa a questi s…”. La risposta non è per nulla piaciuta ai presenti che hanno così deciso di lasciare il tavolo.

L’ASSETTO SOCIETARIO. Todisco ha così dichiarato che lui è l’unico proprietario del Savoia, andando un po’ in conflitto con il famoso 51% tanto decantato. Dal canto loro i torresi si sono lamentati di non aver mai saputo nulla delle sue decisioni, confermando però tutti gli impegni economici promessi. Secondo quanto detto nel lungo confronto i vari Carpentieri e Riggi avranno il loro ruolo nel consiglio direttivo, ma in quanto a potere tutto sarà nelle mani di Todisco (che ha affermato di aver speso finora 91mila euro).

IL PAKISTANO. Il fantomatico imprenditore alberghiero pakistano Madjd Deen sarebbe l’uomo che dovrebbe portare soldi nel Savoia. Presentato come un amico dei fratelli Schettino, ha suscitato subito le perplessità dei presenti. Ad avvalorare la diffidenza anche il falso profilo Facebook apparso poco dopo l’uscita della notizia nella serata di ieri. Todisco e i fratelli Schettino (seduti accanto alla società, ma senza alcun potere effettivo) hanno confermato che Madjd Deen arriverà a Torre Annunziata i primi di settembre.

CONCLUSIONE. “Se arrivano i 70mila euro del pakistano possiamo abbondantemente chiudere la stagione senza problemi”. Queste le parole dell’avvocato partenopeo, che ha gettato sempre più nel panico una tifoseria ancora scottata dall’ultimo fallimento.

L’incontro si è così sciolto alle prime luci della sera. Pochi abbonamenti e molte domande sono nella testa di una Torre Annunziata calcistica, che vive nella paura di un passato che troppo spesso tende a tornare.

Foto Nunzio Iovene Il Cigno @rt


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

La replica di Matachione

La replica