Nell'attesa di sapere il proprio destino, in casa Savoia continua il dibattito sui lavori allo stadio Giraud, necessari per ottenere la licenza per l'iscrizione in Lega Pro in caso di ripescaggio. Il direttore generale, Giovanni Rais, oggi ha incontrato il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, per parlare della questione.

"Ribadirò il concetto, il sindaco ha dato piena disponibilità - ha dichiarato il dg dopo la riunione -. La struttura, chiaramente, necessita di intervento e lui ci ha promesso che farà tutto il possibile per far sì che la società sia pronta per il salto tra i professionisti". Sulle tempistiche per ultimare i lavori, però, Rais si è trovato d'accordo col parere del delegato Raiola: "Non si tratta di interventi semplici. Non si può fare tutto in due giorni, tra burocrazia e tutto le tempistiche saranno più lunghe. Serve un'osservanza da parte della Lega, soprattutto dopo questo periodo di stop: non si può mettere così velocemente mano a questa struttura, ci vogliono almeno due mesi".

Sulla situazione ripescaggi-riammissioni, invece, il dg ha voluto mettere l'accento sul merito sportivo: "Oggi c'era la riunione del Consiglio Direttivo LND, ma non ho saputo niente. Sono stato tutto il giorno in riunione, aspettavo un documento ufficiale ma non è arrivato nulla. Il punto è chiaro: bisogna premiare il merito sportivo, è l'unica cosa che conta".