C'è davvero poca voglia di parlare della partita persa contro la Casertana in casa Savoia. Il tecnico Guido Ugolotti subito apre la parentesi societaria. "E' normale che la squadra è stata distratta da tutto ciò che è successo in settimana. Ci è stata prospettata una situazione difficile a partire dal primo gennaio ed è ovvio che in campo avessimo un po' la testa altrove". Il tecnico non rinnega la scelta di venire a Torre Annunziata, ma è preoccupato dal mercato. "Il periodo della finestra invernale è devastante. Ogni giocatore ha un procuratore ed ognuno di essi prenderà una decisione. Chi rimarrà però sa che dovrà soffrire fino alla fine e deve essere presente soprattutto con la testa".

CIPRIANI. Non è bastata la rabbia a Cipriani che aveva anche trovato il gol del pareggio, annullato per un presunto fuorigioco. L'attaccante dei bianchi è anche lui perplesso soprattutto dopo il caos stipendi. "Devo ammettere che ci siamo rimasti un po' male, ma adesso sembra che la società abbia trovato uno stratagemma almeno per finire bene il 2014. Poi al rientro dalle ferie ognuno prenderà le proprie decisioni".

CAMPILONGO. Infine anche l'allenatore della Casertana Sasà Campilongo parla della difficile situazione del Savoia. "Abbiamo avuto tanto rispetto per la formazione di Ugolotti, che però paga grossi problemi psicologici. Non è facile andare in campo con la mente sgombra dopo tutto ciò che sta accadendo. Spero per Torre Annunziata che il clima torni presto sereno".

Foto Nunzio Iovene Il Cigno @rt

vai al video

Le pagelle

Ko al Giraud

Il live