Mascherine, guanti, termometri, saturimetri e visiere. Tutti prodotti contraffatti e venduti con false autocertificazioni in tutto il napoletano.

Maxi operazione della Guardia di Finanza che ha sequestrato circa 143mila dispositivi di protezione cinesi. In due empori cinesi nella zona orientale di Napoli sono stati sequestrate oltre 100 mila mascherine di tipo chirurgico, visiere, termometri e saturimetri.

Guanti in lattice sono stati sequestrati a San Giorgio a Cremano ed Ercolano, in negozi di casalinghi gestiti da immigrati cinesi e nello studio di un grafico.

A Marigliano, Acerra, Torre del Greco e Forio d' Ischia sono state trovate 5.600 mascherine con falso marchio di conformità CE. Inoltre, tra Castellammare di Stabia, Pompei, Giugliano e Villaricca sono state sequestrate, in quattro negozi gestiti da cittadini di origine cinese, 12.200 tra mascherine monouso e visiere con indicazioni esclusivamente in lingua cinese e falso marchio CE.

Sette persone di nazionalità italiana e cinese sono state denunciate per ricettazione e commercio di prodotti falsi, Altre sette sono state segnalate alla Camera di Commercio per violazioni di carattere amministrativo.

vai al video