Arrestato mentre stava per vaccinarsi. Emergono nuovi particolari sull’arresto di Luigi Ammendola. L’ex vicesindaco di Torre Annunziata è finito in manette nel corso della mattinata di ieri con l’accusa di aver intascato mazzette.

Ad ammanettarlo sono stati i militari della guardia di finanza di Torre Annunziata, colleghi dello stesso Ammendola, che presta servizio nella vicina caserma di Torre del Greco.

L’arresto è avvenuto poco dopo le 10,30 quando il maresciallo delle fiamme gialle stava per ricevere la seconda dose del vaccino all’hub di Gragnano. Stupore all’arrivo dei colleghi che l’hanno poi portato in carcere dov’è in attesa dell’interrogatorio. Quest'ultimo sarà guardato con attenzione da molti ambienti per la politica per capire cosa dirà e come si difenderà l'ex vicesindaco a lungo uomo forte dell'amministrazione Ascione.

Nel frattempo in città divampa la polemica. Dure anche le parole di don Ciro Cozzolino, referente del presidio Libera. “A Torre Annunziata occorre contrastare l'avanzare della camorra e della corruzione nella pubblica amministrazione. Quanto successo conferma che, i partiti sono ormai ridotti ad una aggrezione di persone legate da interessi personali e non dal desiderio di preoccuparsi della città come luogo del bene comune”.