Le 24 ore di Ascione. Il sindaco di Torre Annunziata è ormai rimasto sempre più solo. Nella serata di ieri il circolo provinciale del Partito Democratico ha annunciato la fine del suo percorso politico con il primo cittadino di Torre Annunziata.

L’arresto dell’ex vicesindaco Ammendola e le mancate dimissioni da parte dello stesso Ascione hanno costretto i vertici del Pd a prendere una decisione distacco nei suoi confronti.

Ma il primo cittadino finora non ha mollato la propria poltrona. Anzi. Dopo l’addio polemico del vicesindaco Lorenzo Diana, nominato dallo stesso circolo provinciale assieme a Stefania Caiazzo (che potrebbe presto seguirlo), Ascione ha ristretto la propria squadra di governo. Le cariche dell’ex parlamentare sono state infatti assegnate a Raffaele Pignataro.

Per domani alle 13, al termine della visita dell’assessore regionale Felice Casucci e del direttore del  Parco Archeologico di Pompei Gabriel Zuchtriegel al Museo dell’Identità, il sindaco ha indetto una conferenza stampa all’interno dell’Aula Consliare della Casa Comunale di via Schiti.

L’argomento principale saranno le ultime vicende giudiziarie e politiche. Difficile, almeno per il momento, pensare a un suo addio alla carica.

il retroscena

la decisione

l'addio del pd al sindaco