Partono i lavori per il riallestimento dei Granai del Foro, uno dei più importanti depositi archeologici a vista, custodi di numerosissimi reperti - tra oggetti della vita quotidiana e del commercio - rinvenuti durante gli scavi nell’area archeologica di Pompei.

Scavati all’inizio dell’800 e identificati come grande area di mercato, i granai, dopo il bombardamento del 1943 furono riallestiti dall’allora soprintendente Amedeo Maiuri che oltre a ricomporre le murature abbattute immaginò per quest’area una sistemazione a fini espositivi ma soprattutto a deposito di materiale archeologico fino ad allora accumulato nelle case limitrofe.

L'intervento attuale, che avrà la durata di 210 giorni, costituisce un importante passo avanti per la valorizzazione e la conservazione del patrimonio storico dell’antica Pompei. Al termine dei lavori e del successivo allestimento i depositi saranno resi accessibili al pubblico attraverso un rinnovato percorso espositivo che prevede nuove coperture di protezione, che valorizzano anche l’illuminazione degli ambienti e grandi vetrine per una fruizione più diretta dei reperti.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"