Ai privati la vigilanza dell’ingresso del parco Archeologico di Pompei e scatta l’agitazione dei sindacati contrari alla decisione assunta dalla direttore Gabriel Zuchtrigel.

Si legge in una nota: “i Rappresentanti RSU, in riscontro alla  determina pubblicata sul sito del Parco Archeologico di Pompei, prendono atto della volontà  dell’Amministrazione di affidare a privati la vigilanza dei varchi di accesso dei Siti del Parco Archeologico  di Pompei. 

Le organizzazioni ritengono che tale determinazione, adottata alla vigilia delle nuove assunzioni dei vincitori del  concorso per Assistenti alla Vigilanza e alla luce dell’attuazione di un progetto speciale che coinvolge  quotidianamente tutto il personale di vigilanza, rappresenti un regalo ai privati ed invitano  l’Amministrazione ad una attenta e approfondita riflessione, riservandosi, in mancanza, di sollecitare  l'intervento della Procura della Repubblica al fine di far verificare l’opportunità, anche sotto il profilo degli  aggravi ingiustificati dei fondi pubblici che potrebbe interessare anche alla Corte dei Conti.  

Pertanto, i sindacati, unitamente ai propri Rappresentanti RSU, chiedono di essere convocati in  merito alle iniziative che intende prendere l’Amministrazione, nel contempo chiedono l’annullamento  della determina che prevede l’affidamento ad una Società privata la vigilanza dei varchi di accesso dei  Siti del Parco Archeologico di Pompei e proclamano lo stato di agitazione". 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"