Hanno picchiato un ragazzino per rubargli la bici elettrica e il suo telefono. Arrestato un minorenne e il suo complice è in corso di identificazione.

E’ stato collocato in una comunità di minori il ragazzino gravemente indiziato del reato di rapina in concorso. La polizia ha eseguito la misura cautelare emessa dal Gip del tribunale per i Minorenni di Napoli, lo scorso 22 novembre, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli.

Le attività investigative intraprese, immediatamente dopo la denuncia dei fatti, hanno consentito di ricostruire le fasi antecedenti e successive all'evento delittuoso perpetrato ai danni di un minore. Quest'ultimo, a bordo di una bicicletta elettrica, era stato avvicinato da due giovani che, dopo aver interrotto la corsa ed averlo schiaffeggiato, si erano impossessati sia della bici sulla quale viaggiava che di un telefono cellulare e di un marsupio portaoggetti installato sul velocipede.

L’attenta attività di acquisizione ed analisi delle registrazioni degli impianti di videosorveglianza privati installati sulla scena del crimine e nelle zone limitrofe e l’attivazione delle fonti info-investigative, ha consentito, nonostante le scarne informazioni fornite dalla vittima, di individuare dettagli fisici e dell'abbigliamento dei presunti autori del delitto che, posti all'attenzione dell’autorità giudiziaria procedente, ha permesso a quest'ultima di emettere, in primis, un decreto di perquisizione delegato, nei confronti di soggetti emersi da risultanze info-investigative, la cui esecuzione ha dato chiaro e completo riscontro alle ipotesi investigative formulate in relazione ad uno dei presunti autori del reato.

Le indagini hanno consentito di rilevare dettagli fisici dall'estremo valore indiziario e sequestrare tutti i capi di abbigliamento indossati presumibilmente in occasione della rapina.

Tutti gli elementi indiziari acquisiti sono stati posti, poi, a fondamento dell'Ordinanza di applicazione della misura cautelare personale posta in esecuzione nei confronti del ragazzo ritenuto presunto autore del reato in concorso con altro giovane in corso di identificazione.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"