Un terribile impatto frontale che non ha lasciato scampo. Uno chef di Boscoreale e una casalinga di Nola hanno perso la vita nell’incidente avvenuto ieri lungo la Strada Statale del Vesuvio. Una lingua di asfalto teatro di numerosi incidenti, spesso mortali. Così come quello avvenuto ieri mattina all’altezza dell’uscita di Terzigno.

A morire stavolta è stato Paolo Pelly, chef 32enne di Boscoreale che lavorava in un noto ristorante sulla via Panoramica del Vesuvio. Nessuno scampo anche per Francesca Esposito, 64enne casalinga residente a Nola. Lo chef è morto sul colpo, mentre la donna è stata portata in ospedale. Non è però riuscita a sopravvivere alle numerose ferite interne riportate.

Ricostruita la dinamica dell’impatto. Pelly era a bordo di una Renault Clio in direzione Napoli, la donna era in una Fiat 500 guidata dalla figlia 36enne, che fortunatamente ha riportato soltanto alcune lievi ferite. Stando alle testimonianze raccolte dalle forze dell’Ordine presenti sul posto, la Clio è andata sull’altra corsia colpendo in pieno l’altra auto. Difficile ipotizzare cosa sia accaduto di preciso. Un problema all’auto, un malore improvviso per lo chef, un attimo di distrazione. Tutti elementi al vaglio degli inquirenti.

Il pm di turno della Procura di Nola ha aperto un’inchiesta disponendo l’autopsia sui corpi della due vittime. Gli esami saranno utili per individuare le cause precise che hanno portato nuovamente sangue sull’asfalto e messo sotto choc le comunità di Boscoreale e Nola.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Il bilancio