“Non c’è speranza in questa classe politica”. Parole significative quelle di Nunzio Fragliasso. Il procuratore capo del tribunale di Torre Annunziata è intervenuto questa mattina a Gragnano per l’intitolazione della biblioteca comunale a Michele Castellano.

Sul suo esempio Fragliasso ha parlato degli scioglimenti che ci sono stati negli ultimi mesi tra Castellammare e Torre Annunziata.

“Nell’ambito del consesso comunale c’erano camorristi o parenti del clan. Se succede che in un consiglio comunale il presidente (Emanuele D’Apice ndr), il giorno del proprio insediamento, celebra gli insegnamenti del padre, passato in giudicato in concorsa per associazione mafiosa, viene applaudito non sono fiducioso e non nutro grandi speranze”.

Poi ha proseguito sperando in un cambiamento nelle generazioni future. “Non me ne vogliano gli amministratori, ma questi territori cosa volete che esprimano nelle istituzioni. Soggetti che sono frutto di una condivisione negativa. Bisogna lavorare sui ragazzi che adesso sono tutti puliti e puri. Alcuni di loro si crescono e si perdono. Le scuole sanno quali sono i nuclei familiari a rischio e non intervengono abbastanza. Ogni ragazzo sottratto alla criminalità è un investimento per il futuro”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"