È stato riconosciuto come uno dei due autori di uno scippo avvenuto a Pompei nel periodo natalizio del 2019. A un anno di distanza e dopo accurate indagini si è riusciti a dare una identità al malvivente nonostante questi avesse il volto coperto dal casco.

In manette è finito V.G. (queste le sue iniziali) 31 anni di Torre Annunziata, ritenuto l'autore del furto con scippo ai danni di una ragazza. Ad eseguire l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziat su richiesta dalla Procura torrese, sono stati gli uomini della squadra investigativa del commissariato di polizia di Pompei.

Stando alle risultanze delle indagini, la ragazza, mentre passeggiava in pieno periodo natalizio per le strade del centro del comune mariano, era stata avvicinata alle spalle da due uomini che si trovavano a bordo di uno scooter che, cogliendola di sorpresa, le avevano strappato la borsa al cui interno erano custoditi cellulare, soldi e documenti. Le fasi investigative, alquanto complesso in quanto la vittima aveva riferito che i due delinquenti avevano il volto travisato dai caschi, hanno avuto una svolta grazie alle immagini riprese da svariati impianti di videosorveglianza, immagini che hanno permesso l'identificazione dell'autore materiale del furto.

Mentre le indagini proseguono per individuare il complice, V.G. - dopo le formalità di rito - è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale a disposizione dell'autorità giudiziaria.