Il covid ferma la tradizione del presepio de “O’ pazzariello”.

“Era inevitabile che ci fosse una battuta d’arresto – dichiara il Presidente dell’Associazione Michele Scognamiglio – il tipo di attività non permette di poter mantenere il distanziamento, quindi è tutto rimandato all’anno prossimo”.

Il gruppo Folk è stato fondato nel 1974 nel Centro Giovanile Salesiano di Torre Annunziata, pensato per diffondere la tradizione popolare del presepio napoletano. Dal 1980 il Gruppo si costituisce in associazione senza scopo di lucro associata alla F.I.T.P.   Dal 1987 Michele Scognamiglio assume la presidenza del gruppo che dal 1997 si trasferisce nel teatro del Santuario Diocesano dello Spirito Santo.

“Abbiamo però deciso di devolvere una cifra alla mensa di don Pietro Ottena – continua Scognamiglio – così da donare un pasto ai meno fortunati”.

Grande sconforto per il presidente del gruppo: “Pubblicheremo sulla pagina social del gruppo la mannequin challenge, così che le persone possano comunque vedere il presepe. Si tratta ovviamente di una registrazione fatta l’anno scorso e in cui si vedono tutti i personaggi del presepio immobili ed in silenzio come manichini.

Ma le attività del Gruppo Folk non si fermano del tutto: “In collaborazione con il comune a breve ci sarà una mostra di arte – conclude o’pazzariello – le opere sono pronte, aspettiamo solo di poter aprire al pubblico”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"