Una discarica a cielo aperto di rifiuti pericolosi nell’area cantieristica di Torre Annunziata.

La Guardia Costiera, mercoledì 18 luglio, ha portato alla luce a Rovigliano un’area in cui venivano stoccati rifiuti speciali pericolosi e non, esposti agli agenti atmosferici e in evidente stato di abbandono.

Durante le operazioni di controllo sui cantieri navali per la verifica delle norme in materia di gestione e smaltimento dei rifiuti, sono state scoperte tre aree, distribuite su una superficie di quasi 700 metri quadri, all’interno delle quali sono stati scoperti cumuli di scarti di vetroresina di varia pezzatura, numerosi fusti di materiali nocivi come resine, olii ed acidi facilmente infiammabili e pericolosi per l’ambiente, il tutto in stato di evidente degrado.

Inoltre sono stati trovati numerosi bidoni aperti, contenenti residui di vernici e diluenti, scarti di legno e numerosi sacchi tipo Big-Bag colmi di rifiuti di vario genere oltre a frigoriferi, pneumatici e caldaie.

Tutta l’area è stata posta sotto sequestro mentre sono tuttora in corso le indagini per risalire agli autori del reato per deferirli alla giustizia e imporre la caratterizzazione dei rifiuti, l’avvio a discarica del materiale sequestrato e per la necessaria bonifica delle zone.

vai alle foto

vai al video