Dopo un'estate di discussioni si sta avvicinando sempre più il rientro a scuola. Una confusione generale, però, avvolge ancora l'argomento: nella giornata di oggi il viceministro PierpaoloSileri ha provato a chiarire alcuni punti e linee guida ancora incerte in un'intervista a Sky TG24.

Cosa fare se c'è un caso sospetto di Coronavirus? Avanza l'ipotesi dei test rapidi, sperimentati anche dall'Asl negli aeroporti, che potrebbero essere fondamentali in caso di presenza di un contagiato nella struttura. In tal caso, scatta il protocollo di sicurezza. "Il bimbo positivo - rende noto l'Iss - sarà gestito dai genitori, chiamati a prendere tutte le decisioni necessari per il benessere di quest'ultimo". Falsa, quindi, la notizia che riteneva impossibile per i genitori andare a prendere i propri figli a scuola.

Nello stesso ambito della scoperta di un caso di positività a scuola, invece, Sileri ha anche spiegato che potrebbe scattare la chiusura temporanea della scuola: "Dovranno essere fatti controlli a tutti per poter riaprire la struttura. Ci aspettiamo un aumento dei contagi - ha aggiunto il viceministro - ma adesso dobbiamo convivere con il virus".

la fake news