Una corsa contro il tempo per l’accensione dei riscaldamenti.

A Torre Annunziata continua la marcia di avvicinamento per il rientro dei ragazzi tra i banchi di scuola. L’11 gennaio, toccherà all’infanzia e le prime due classi della primaria.

“La ditta incaricata sta provvedendo all’accensione degli impianti di riscaldamento all’interno degli edifici scolastici di proprietà comunale – hanno spiegato il sindaco Vincenzo Ascione e il presidente delle Commissione Consiliare Pubblica Istruzione, Giovannina Cirillo –. La situazione relativa ai contagi da Covid-19 nella nostra città è al momento sotto controllo, e i dati che ci vengono forniti quotidianamente dall’Asl mostrano un decremento dei nuovi positivi e un netto aumento delle persone guarite, tranne qualche rara eccezione come nella giornata di ieri”.

Ieri, infatti, è stato registrato un lieve aumento dei contagi, in controtendenza con i dati degli ultimi giorni. Nonostante questo, la situazione pare essere sotto controllo: “L’invito – hanno sottolineato il primo cittadino e la consigliera - è quello di prestare la massima attenzione e di osservare scrupolosamente le misure di distanziamento sociale. Facciamo il nostro in bocca al lupo ad alunni, docenti e personale scolastico. L’augurio è che tutti gli studenti di tutte le scuole possano ritornare al più presto ad occupare i banchi delle loro classi, e che possano rimanerci senza più alcuna interruzione fino al termine dell’anno scolastico”.

Nel dettaglio, ecco il programma degli interventi di accensione delle caldaie degli edifici scolastici di proprietà comunale.

Venerdì 8 gennaio
Secondo Circolo Siani (Infanzia e Primaria)
Scuola Media Pascoli (via Tagliamonte)

Sabato 9 gennaio
Istituto Comprensivo “Alfieri”, plesso Caravelli
Quarto Circolo Didattico (via Vittorio Veneto)
Istituto Comprensivo “Leopardi” (via Cavour – via Murat)
Istituto Comprensivo “Parini – Rovigliano” (via Isonzo – via Pascoli – via Mortelleto)
Istituto Comprensivo “Alfieri” (via Gambardella)

Lunedì 11 gennaio
Uffici comunali (Via Provinciale Schiti)

il problema