Alla vigilia dell'insediamento delle commissioni degli esami di maturità, la Regione Campania ha comunicato di aver completato il piano "Scuole Sicure" di screening di massa con tamponi per il personale scolastico docente e non docente. Sono oltre 21mila le persone sottoposte al test, per il 60,3% di adesione in totale. Risultato: nessun positivo.

Il governatore Vincenzo De Luca si è espresso al termine dell'iniziativa: "E' stata un'iniziativa unica in Italia, la prima operazione del programma che proseguirà in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico, e che prevede il monitoraggio sanitario del personale docente e non docente per dare tranquillità alle famiglie. È una scelta della Regione, ne siamo orgogliosi, ed è un atto di responsabilità e di rispetto per tutto il mondo della scuola che ha vissuto momenti difficili in questi mesi e che ha registrato l’impegno straordinario del corpo docente e del personale a cui va la gratitudine della nostra regione".

De Luca ha poi sottolineato la presa di posizione contro la scelta del Ministro dell'Istruzione: "La nostra è una posizione opposta, che ancora una volta dimostra atteggiamenti o irresponsabili o provocatori verso i docenti e le famiglie. Un ministro che propone l’apertura dell’anno scolastico il 14 settembre, per chiudere dopo tre giorni, poi riaprirle e richiuderle ancora, in qualunque Paese civile sarebbe invitato a dare le dimissioni. Lavoreremo nei prossimi giorni, per quello che sarà possibile, per evitare questa vergogna".