Era il 13 novembre 2016 ed allo stadio “Ferrarizzi” di Sersale Giovanni Ferraro sedeva per la prima volta sulla panchina del Gragnano. La gara contro i calabresi terminò con il risultato di 3-3, con i gialloblù capaci di recuperare un doppio svantaggio. Quattro mesi e mezzo dopo, diciotto partite più tardi, domenica scorsa al “San Michele” proprio contro il Sersale si è chiuso un ideale ciclo di impegni. E di questo ciclo è opportuno tirare le somme.

Il dato che per primo balza agli occhi, è quello legato alla posizione in classifica. Il Gragnano, quando venne affidato al nuovo staff tecnico, occupava la tredicesima posizione in classifica, la prima che condanna alla lotteria dei Play Out. Oggi la compagine gragnanese ha agganciato la decima piazza e vanta ben dieci punti di vantaggio sull’Aversa Normanna tredicesima.

In 18 partite i punti conquistati sono stati 32, una media di 1.78 per gara che proiettata su un intero Campionato vorrebbe dire 60 punti, un punteggio da Play Off.

In questo lasso di tempo sono state poche le formazioni a fare meglio dei gialloblù. Ecco infatti la classifica completa di questa porzione di stagione:

Sicula Leonzio 43 punti
Cavese 34 punti
Igea Virtus 34 punti
Rende 33 punti
Palmese 33 punti
Gragnano 32 punti
Frattese 32 punti
Gela 31 punti
Turris 30 punti
Gladiator 25 punti
Sancataldese 24 punti
Castrovillari 20 punti
Pomigliano 19 punti
Aversa Normanna 18 punti
Roccella 15 punti
Sarnese 14 punti
Sersale 7 punti

Il Gragnano sarebbe in piena bagarre Play Off anche senza considerare i tre punti contro l’Aversa Normanna. Un confronto, ricordiamo, sospeso per rissa al 94′ con i gialloblè in vantaggio 1-0 e che ha comportato in seguito la sconfitta a tavolino per entrambe le squadre. 29 punti in 17 partite (media 1.71) rappresenterebbero comunque un bottino rimarchevole per una squadra che aveva iniziato la stagione con una vittoria in dieci giornate.

Un risultato che conferma, anche nei numeri, la bontà del lavoro di Giovanni Ferraro, coadiuvato da Luigi Gargiulo (allenatore in seconda), Pasquale Del Franco (allenatore dei portieri) e Luca Carlo Guerra (preparatore atletico). Un lavoro indirizzato e sostenuto da una società che cammin facendo ha trovato stabilità ed è stata capace di tenere la barra dritta nei momenti più difficili. Adesso l’obiettivo salvezza é ad un passo e con sei incontri da giocare il traguardo dei 44 punti, record all time per il Gragnano in Serie D, non è più una chimera.

 

(Fonte: Comunicato Stampa)


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"