Il Gragnano impone la legge del più forte al “Ninetto Muscolo” di Roccella Jonica e pone una seria ipoteca sulla salvezza. A decidere la gara le reti di Emanuele Santaniello e di Savino Martone, rispettivamente in apertura di partita ed a inizio ripresa. Inutile per i calabresi la marcatura di Franco al 38′ della prima frazione.

Il tecnico gragnanese Giovanni Ferraro deve fare a meno degli squalificati Zeoli e Franco ed opta per il consueto 4-3-3. Ferrara torna tra i pali mentre in difesa agiscono Esposito, Madero, Barbato e Panico. Martone da play con ai suoi lati La Monica e Tarascio. Davanti ci sono Varsi a destra, Santaniello a sinistra e Del Sorbo al centro. L’allenatore dei calabresi Francesco Galati si affida invece alla difesa a tre, imperniata sul capitano Coluccio. A centrocampo spiccano invece la fantasia e la duttilità di Laaribi mentre il peso della fase offensiva è sulle spalle del numero 9 Franco, classe 1997.

Pronti via ed il Gragnano è padrone del campo. Al 4′ conclusione dalla distanza di La Monica, Mittica ribatte e sul pallone si avventa Del Sorbo che insacca. Rete annullata però per fuorigioco. Il vantaggio non tarda ad arrivare. Varsi punta il diretto avversario e mette al centro un cross teso e preciso sul secondo palo per l’accorrente Santaniello. Inzuccata vincente ed un 1-0 Gragnano! I gialloblè non concedono respiro agli avversari e sfiorano il raddoppio al 10′. Santaniello scappa via sulla sinistra e serve Del Sorbo al centro. Il destro dell’ariete gragnanese risulta troppo debole e centrale, nessun problema per Mittica. Dopo lo sbandamento iniziale il Roccella prova a tirare fuori la testa ma oggi i ragazzi di Ferraro sono in partita e non concedono varchi. Al 23′ Tarascio imbecca Santaniello, destro a giro e portiere che si supera negandogli la doppietta. I padroni di casa si vedono dalle parti di Ferrara solamente al 26′ con La Piana. Conclusione dal limite dell’area che termina alta. Alla mezzora di nuovo La Piana protagonista ma in maniera negativa. Contrasto aereo con Madero sotto gli occhi dell’arbitro, il gomito è alto e colpisce il difensore gialloblè. Il Signor Cusanno non ha dubbi ed estrae il rosso diretto. Gragnano sopra di un gol e con l’uomo in più. Proprio quando il pomeriggio sembra essersi messo sui giusti binari, il Roccella trova il pareggio. Franco, ottima la sua partita, recupera un pallone con caparbietà a venticinque metri dalla porta di Ferrara, si accentra e lascia partire un sinistro chirurgico che non lascia scampo all’estremo difensore gragnanese. 1-1 e palla al centro. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo.

La prima chance del secondo tempo è per il Roccella. Centro di Cordova, colpo di testa di Laaribi che Ferrara blocca a terra. Ottimo intervento del portiere di proprietà del Napoli. Scampato il pericolo, il Gragnano torna a macinare gioco. Al 6′ Santaniello danza in area di rigore e serve sul secondo palo Martone. Stop e tiro del Capitano che sorprende Mittica, 2-1! I calabresi, paradossalmente più in partita in dieci che in parità numerica, rispondono qualche minuto più tardi. È il 9′ infatti quando Librizzi, su corner del solito Laaribi, colpisce di testa con il pallone che bacia la parte alta della traversa prima di uscire. Il Roccella con orgoglio prova ad imporre il gioco ma il Gragnano regge senza particolari patemi ed in ripartenza può fare male praticamente ad ogni azione. L’occasione più ghiotta capita al 26′ sul sinistro di Santaniello. Mittica è attento e devia in angolo. Nel finale la squadra di casa riesce a collezionare alcuni calci da fermo e sugli sviluppi di due di questi nascono le ultime occasioni per trovare il pareggio: le conclusioni di Sendin e di Minici sono però imprecise. Proprio allo scadere Tarascio prova a chiudere i conti con una botta dalla distanza che sfiora il palo alla destra di Mittica. Quattro minuti di recupero ed il direttore di gara chiude la contesa.

Soddisfazione tra i calciatori gialloblè che possono concedersi al manipolo di tifosi arrivato da Gragnano e festeggiare tre punti importanti. Agganciato il Pomigliano a quota trentasei, otto lunghezze di vantaggio sull’Aversa Normanna che apre la zona playout. Domenica al “San Michele” sarà ospite il Sersale e sarà una gara particolare per Giovanni Ferraro che ha esordito proprio all’andata in Calabria, un pirotecnico tre a tre.

TABELLINO
ASD Roccella – ASD Città di Gragnano 1-2
Marcatori
: 6′ pt. Santaniello (G), 39′ pt. Franco (R), 6′ st. Martone (G)
ASD Roccella (3-5-1-1): Mittica, Cordova, Brunetti (dal 31′ st. Femia), Librizzi, Minici, Coluccio (K) (dal 5′ st. Sorrentino), La Piana, De Carlo (dal 16′ st. Sendin), Franco, Laaribi, Rodriguez. A disp.: Stillitano, Manglaviti, Lombardo N., Lombardo A., Tedesco, Serafino. All.: Francesco Galati
ASD Città di Gragnano (4-3-3): Ferrara, Esposito, Panico, Tarascio, Barbato, Madero, La Monica, Martone (K), Del Sorbo, Varsi (dal 31′ st. Konate), Santaniello. A disp.: Cellitti, Formisano, Liccardi, Gatto, Kameni, Passariello, Infante, Napolitano. All.: Giovanni Ferraro
Arbitro: Mauro Cusanno (sez. di Chivasso)
Assistenti: Francesco Paolo Danese (sez. di Trapani) e Rosy Floriana Barbata (sez. di Trapani)
Ammoniti: Laaribi (R), Librizzi (R), La Monica (G)
Espulsi: al 30′ pt. La Piana (R) per rosso diretto


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"