“Basta con gli slogan populisti. Torre Annunziata rischia di implodere”. L’ultima escalation criminale a Torre Annunziata sta preoccupando non poco i cittadini. Ad alzare la voce, stavolta, è Carmela Sermino.

La vedova di Giuseppe Veropalumbo sta assistendo ai vari episodi che stanno avvenendo in particolar modo nel Quadrilatero Carceri e al Penniniello. Non ultimo lo sparo contro un ragazzo di Boscoreale salvato dal suo zainetto che ha attutito un colpo d’arma da fuoco durante un tentativo di rapina. Senza dimenticare l’omicidio Cerrato dello scorso 19 aprile.

“Adesso basta, cosa aspettiamo a intervenire? Cosa stiamo aspettando noi cittadini per indignarci e riappropriarci del nostro territorio? Nessuno può restare a guardare, nessuno può restare in silenzio, dobbiamo scuotere le nostre coscienze e dire basta. Quindi meno retorica e più interventi concreti da parte di chi governa il territorio centrale. Non è più tempo di sfilate elettorali o slogan populisti. Torre Annunziata rischia seriamente di implodere sotto il peso di inefficienze mai affrontate sul serio dagli organi competenti. Uno scenario troppo miserabile per essere contemplato passivamente”.