Sfilavano cellulari con una pinza. Così hanno tentato di derubare i passeggeri della ferrovia Circumvesuviana di Napoli, a Porta Nolana. Sottraevano i telefoni dalle tasche senza farsi notare mentre un complice distraeva la vittima.

Lo hanno scoperto gli agenti della Polfer di Napoli Centrale che hanno notificato tre obblighi di dimora emessi dal gip di Napoli nei confronti di altrettanti napoletani, un cinquantenne e due quarantenni (questi ultimi già sottoposti all'obbligo di firma), accusati di tentato borseggio aggravato. I tre erano già stati arrestati dalla Polfer lo scorso dicembre, con l'accusa di avere messo a segno una serie di furti con destrezza di fronte alla Stazione di Napoli Porta Nolana: mentre due distraevano e bloccavano la vittima, il terzo, utilizzando una lunga pinza metallica, le sottraeva il cellulare dalla tasca.

Durante le indagini scattate dopo questo episodio la Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale, anche grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza della stazione, ha accertato che i tre erano in attività già da tempo in quella zona e con la stessa tecnica: due intralciavano la camminata alla persona individuata come vittima, mentre il terzo, dalle spalle, cercava di borseggiarla. Ben cinque i tentativi di furto ripresi dalle telecamere, le vittime quasi sempre persone anziane.

(foto: repertorio)