Nuova operazione nell'ambito della sicurezza negli stadi. Nel corso del mese di maggio il Questore di Napoli ha emesso in totale 13 daspo, ovvero dei provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive per uno/due anni.

Di questi 13, sette sono stati emessi nei confronti di persone denunciate per rapina, estorsione o reati in materia d'armi o stupefacenti.

Gli altri provvedimenti sono stati emessi in seguito a delle "condotte illecite" tenute in occasione di tre incontri di calcio diversi: Cavese-Reggina dell’11 gennaio (dove due tifosi della Reggina si sono resi responsabili di minaccia a Pubblico Ufficiale durante le fasi del controllo); La Siesta-Borbonia Felix del 16 febbraio (dove un giocatore è stato coinvolto in una rissa in campo) e, infine, Napoli-Barcellona del 25 febbraio 2020 (dove tre persone hanno scavalcato dal settore inferiore a quello superiore e sono state individuate attraverso il sistema di videosorveglianza dello stadio San Paolo).