Simone Cavaliere pubblicava tutto su Tik Tok. Il 20enne di Pozzuoli aveva creato una grande community virtuale, poi diventata a tutti gli effetti una seconda famiglia.

Raccontava la sua battaglia sul web, dal risultato delle analisi alle sedute di chemioterapia. Chi lo seguiva era costantemente aggiornato sul suo stato di salute. Appena una settimana fa aveva pubblicato un video per aggiornare i follower.  "Mo sto bene - diceva - L'importante è che sto a casa, perchè a stare di domenica in ospedale non ce la facevo più. Volevo la libertà, basta, non ce la facevo proprio più attaccato 24 ore su 24. Non mi sembra ancora vero".

Ma a pochi giorni dal rientro a casa, il tragico epilogo. Simone muore martedì, a soli 20 anni, stroncato da un raro tumore. Ha perso la sua battaglia contro il cancro lasciando un vuoto difficile da colmare per chi gli voleva bene.

Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati sul social. "Inaccettabile. Vola più in alto che puoi amico mio, ti amo da morire", scrivono gli amici. E ancora:" Com'è possibile stroncare in così poco tempo un sorriso?"

Simone era accanito tifoso del Napoli, non perdeva una partita. Nei video era spesso in compagnia della fidanzata, che gli è stata accanto durante tutte le fasi della malattia. Oggi pomeriggio l'ultimo saluto in chiesa per dirgli addio per sempre.

 

 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"