Cordoglio, solidarietà, aiuti. Il violento sisma che, stamane, ha colpito il centro Italia non poteva lasciare indifferenti istituzioni, associazioni e società di Napoli e dintorni. Si è messa in moto, pertanto, una sequela di messaggi e di iniziative per essere vicini con il pensiero e le opere alle popolazioni colpite dal disastro.

Napoli risponde presente. Il vicesindaco Del Giudice ha annunciato, al riguardo, che “il sistema della Protezione civile del Comune è già in allerta operativa per mettersi a disposizione di eventuali richieste di uomini e mezzi che dovessero giungere dalle zone colpite dal terremoto". Richieste prontamente accolte: quattro grossi automezzi per la rimozione delle macerie sarebbero già pronti per partire. Impegno assicurato anche dal movimento Azione Nazionale. Il portavoce Salvatore Ronghi spiega: “Attenderemo qualche giorno per comprendere le esigenze reali della popolazione colpita, per evitare inutili sprechi che intralcino il piano di aiuti”.

"Tutto ciò che verrà raccolto sarà consegnato alla Protezione Civile e poi smistato secondo l'urgenza nei luoghi colpiti dal sisma”. Così il sindaco di Castellammare di Stabia, Antonio Pannullo. Il comune stabiese, difatti, insieme alle associazioni di volontariato locali e alla protezione civile, ha organizzato per giovedì 25 e venerdì 26 una raccolta di beni di prima necessità presso la scuola “Moscarella”.

A Torre del Greco, si mobilitano Partito Democratico e Giovani Democratici. La raccolta di beni di prima necessità sarà effettuata domani presso la sede di via Circumvallazione.

Nella città corallina e a Torre Annunziata immediatamente attiva è l’associazione DiamoUnaMano, che ha già fatto partire alcuni aiuti e continuerà ad organizzare la maratona di solidarietà.

A Portici, presso Villa Fernandes, sarà possibile contribuire per iniziativa del “Collegamento Campano contro le Camorre” e il Presidio Libera Portici “Teresa Buonocore e Claudio Taglialatela”.

Boscoreale è sull’attenti grazie ai volontari dell’associazione “Stella Cometa – La Stazione”, che ha già dato il via al proprio impegno di raccolta presso i locali FS di via Della Rocca.

Sarà, invece, il “Centro Sociale” di via San Francesco il fulcro della solidarietà a Poggiomarino. Le associazioni “Arché” e “Poggiomarino siamo noi”, insieme ai ragazzi dell’Azione Cattolica, coordineranno il tutto.

Il Santuario di Pompei assicura la “vicinanza spirituale anche con la preghiera del Santo Rosario” e ha in cantiere iniziative concrete. Confermata per domenica 18 settembre la colletta straordinaria organizzata dalla CEI.

Cordoglio espresso dall’ANCI Campania in una nota. Messaggi di solidarietà anche dal mondo del calcio. Come da consuetudine, la Società Sportiva Calcio Napoli affida ad un tweet il proprio pensiero: "Tutto il Napoli è con le popolazioni del #CentroItalia colpite dal tragico terremoto”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

L'iniziativa di Borriello

Il messaggio dei politici

Il racconto dei due fratelli

Il terremoto ad Amatrice